RAINBOW
VIRTUAL ART GALLERY

Click here to edit subtitle

RAINBOW VIRTUAL ART GALLERY

GALLERIA D'ARTE VIRTUALE

no profit

Fondata il 30 Settembre 2017

Direttore Artistico: Bruno Pollacci

Contatti: [email protected]



Fernando Farulli

(1923 - 1997)


"Le Tensioni dell'Inquietudine"


2 Febbraio - 30 Marzo 2021

Mostra n°32

Fernando Farulli nacque a Firenze nel 1923 e fu pittore ed incisore. Si formò all'Istituto d'Arte di Porta Romana di Firenze e fece parte del movimento fiorentino “Arte Oggi”. Il suo lavoro, improntato sulla base di una figurazione forte e sintetica è stato caratterizzato da forti cromie e da segni e contorni potenti. Tra i suoi soggetti ricorrenti si trovano periferie industriali, figure femminili, nudi e paesaggi. Fece parte del movimento “Il Pro e il Contro”, insieme al gruppo di pittori Renzo Vespignani, Ugo Attardi, Ennio Calabria, Piero Guccione e Alberto Giaquinto ed ai critici d'Arte Antonio Del Guercio, Dario Micacchi e Duilio Morosini. Negli anni '60 realizzò le scenografie per l'atto unico de “Il Volo di Notte” di Luigi Dallapiccola, e poi scenografie per il “Maggio Musicale Fiorentino” e per l'”Ulisse” alla “Deutsche Oper” di Berlino. Curò il progetto per la vetrata realizzata per la “Sala Consiliare” del Comune di Scandicci. Impegnato politicamente, fu anche assessore alla Cultura del Comune di Fiesole. Insegnò presso l'Istituto d'Arte di Sesto Fiorentino e presso l'Accademia di Belle Arti di Firenze. Morì a Firenze nel 1997. In questa mostra è raccolta una significativa sintesi della sua opera artistica.

 
IL PENSIERO DELLA CRITICA D'ARTE SANDRA LUCARELLI

FARULLI E LE TENSIONI DELL'INQUIETUDINE.
Sono queste sintesi spazio- vibranti evocate con un colore elegiaco da cui scaturiscono una giostra di emozioni. 
Su cromie si ergono edifici industriali,  immagini di una civiltà inquietante che sovrasta l'armonia di un'età dell'oro dimenticata.
Contatti cromatici e fusioni, pure e silenti in spazi sconfinanti d'astrazioni geometriche.
Si denotano a tratti connotazioni espressioniste o richiami a periodi blu con velature cubiste.
Un vento che oltrepassa gli stadi epocali slanciato in arcobaleni di luce.
...O forse...un libro cromatico dell' inquietudine che potrebbe accompagnare i pensieri eteronimi di Fernando Pessoa. 
Ritratti di anime vaganti nello spazio- tempo di una tavolozza infinita di suoni,parole e fusioni con l'ignoto.
Sandra Lucarelli 
1 Febbraio 2021

OPERE:

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*